domenica 4 settembre 2011

Con una tale mancanza di gente coesistibile come c'è oggi,
cosa può fare un uomo di sensibilità,
se non inventare i suoi amici,
o quanto meno, i suoi compagni di spirito?

Nessun commento:

Posta un commento